Skip to content Skip to footer

Franco Giuli

“Il mio lavoro parte da un razionalismo che, attraverso vari periodi di ricerca, ha avuto come punto di maggiore interesse lo spazio prospettico e il rapporto tra colore e vari materiali (1972-1978).

Intorno agli anni 60, il colore aveva una parte determinante sui piani, in funzione della luce e dello spazio, creando rapporti variabili tra spazio-luce e colore-forma. Si stabiliva così un’ipotesi ambigua visivamente tridimensionale.

 L’analisi dei contenuti e certi risultati plastici, mi hanno permesso di inserire ad un certo momento strutture primarie in spazi alternativi fra opera e spazio ambiente.

Attualmente l’uso dei cartoni, legni ed altri materiali mi consentono di articolare le superfici, tagliarle, piegarle, interessando lo spazio dentro e fuori il quadro.

L’ultimo periodo è rivolto alla ricerca dei rapporti tra superficie e piani volumetrici attraverso un’ambiguità strutturale che si colloca ai margini tra realtà e fantasia.”

Biografia

Fin dagli esordi, tra gli anni ’50 e i primi ’60, Franco Giuli lavora nella tranquillità delle sue Marche, a Fabriano, appartato, ma tutt’altro che estraneo ai rivolgimenti culturali del tempo.

Prossime mostre

Geometrie in Libertà

Maggio 19, 2024-Agosto 18, 2024
Sarà inaugurata domenica, alle 18 negli spazi del Nino Caffè in Via Roma, la mostra “Geometrie in libertà” con le opere di Franco Giuli, a cura di Daniele Taddei. L’Art Club Studio di Macerata vuole riscoprire il percorso artistico di Franco Giuli, tra i più attivi negli anni 70 a Roma e Milano, esponendo dieci carte, realizzate con rigore ed eleganza, dove le mirabili geometrie incontrano assemblaggi di legni e cartoni.

Armonie di Parti Diverse

Luglio 12, 2024-Luglio 28, 2024
A cura di: Settimio Marzetti Introduzione di: Daniele Taddei Presentazione di: Andrea Spalletti
Best Choice for Creatives
This Pop-up Is Included in the Theme
Purchase Ozeum